Questo sito usa i cookie.  I cookiee sono una diavoleria informatica che serve per migliorare il sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai su Privacy.
Se hai letto e accetti i cookies di questo sito clicca su Accetto

Crisi

2007

2007

PRIMI SEGNALI ANTICIPATORI DELLA CRISI DEI MUTUI SUB-PRIME

8 febbraio USA: HSBC e New Century Financial Corp. annunciano pesanti perdite nel proprio portafoglio subprime.

14 giugno USA: Bear Stearns (broker in titoli derivanti da securitisation) annuncia difficoltà di due suoi hedge fund per investimenti in titoli garantiti da mutui subprime.

10 luglio USA: Moody’s e Standard & Poor’s tagliano i rating in relazione a titoli per 12 miliardi di dollari.

INIZIA LA CRISI DEI SUB-PRIME

Luglio-agosto 2007

La banca tedesca IKB dichiara le proprie difficoltà, così come la Sachsen LB.

Il gruppo francese BNP Paribas congela tre fondi, data l’impossibilità di valutarli adeguatamente.

La Northern Rock – banca molto attiva nel mercato dei mutui e delle securitisation – e Barclays chiedono un finanziamento straordinario alla Bank of England.

7 agosto USA: American Home Mortgage Investment Corporation si dichiara insolvente.

9 agosto UE: la BCE immette 94,8 miliardi di euro nel mercato.

17 agosto USA: la FED taglia il tasso di sconto e apre uno sportello per rifornire le banche, accettando i titoli della finanza strutturata come collateral.

14 settembre GB: corsa al ritiro dei depositi da parte dei clienti dellaNorthern Rock.

17 settembre GB: il Governo dichiara di garantire tutti i depositi della Northern Rock.

12 dicembre Le banche centrali di cinque importanti aree valutarie annunciano misure coordinate, fra le quali la creazione di linee di swap in dollari.

MENU

2012

2013

2014

2011

2010

Società

 

Posizionare il vostro device vicino all'immagine e avviare il vostro software QR-CODE che leggerà le informazioni contenute.