Questo sito usa i cookie.  I cookiee sono una diavoleria informatica che serve per migliorare il sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai su Privacy.
Se hai letto e accetti i cookies di questo sito clicca su Accetto

Crisi

Il piano Junker e la leva finanziaria

È di mer­co­le­dì scor­so l’an­nun­cio del nuovo piano di rilancio dell’eco­no­mia eu­ro­pea pre­sen­ta­to dal pre­si­den­te della Com­mis­sio­ne eu­ro­pea Jean Clau­de Jun­ker, usci­to un po’ mal­con­cio da un re­cen­te scan­da­lo (se­con­do un’in­chie­sta gior­na­li­sti­ca in­ter­na­zio­na­le men­tre era alla guida del Lus­sem­bur­go avreb­be per­mes­so a di­ver­semul­ti­na­zio­na­li pre­sen­ti nel Paese di elu­de­re il fisco). Un piano am­bi­zio­so quel­lo del Pre­si­den­te della Com­mis­sio­ne eu­ro­pea, un piano da 315 mi­liar­di di euro, che ap­pa­re in­te­res­san­te so­prat­tut­to per i det­ta­gli e le mo­da­li­tà.

Su 315 mi­liar­di l’e­sbor­so da parte degli Stati eu­ro­pei è di soli 21 mi­liar­di che ver­ran­no mol­ti­pli­ca­ti per 3 volte at­tra­ver­so l’u­ti­liz­zo della leva fi­nan­zia­ria: «Si stima che i 21 mi­liar­di di euro di Efsi [Eu­ro­pean Fund for Stra­te­gic In­vest­ment ndr.] con­sen­ti­ran­no alla Bei [banca di in­ve­sti­men­to eu­ro­peo ndr.] e al suo Fondo di in­ve­sti­men­to eu­ro­peo di au­men­ta­re i fi­nan­zia­men­ti a pro­get­ti di tre volte, ov­ve­ro fino a 63 mi­liar­di di euro, in tre anni».

L’u­ti­liz­zo ul­te­rio­re della leva fi­nan­zia­ria, nel pro­get­to pre­sen­ta­to da Jun­ker, do­vreb­be ul­te­rior­men­te mol­ti­pli­ca­re per 5 que­sti 63 mi­liar­di, fino ad un to­ta­le di 315 mi­liar­di di euro: «Ciò po­treb­be at­trar­re somme per cin­que volte tanto da altri in­ve­sti­to­ri, por­tan­do il “mol­ti­pli­ca­to­re” pari a 15 volte il ca­pi­ta­le ini­zia­le».

Leva fi­nan­zia­ria, mo­ne­ta vir­tua­le crea­ta dal si­ste­ma ban­ca­rio, un ar­ti­fi­cio tec­ni­co non con­ces­so ai co­mu­ni mor­ta­li ma solo alle isti­tu­zio­ni fi­nan­zia­rie. Una ri­cet­ta per cu­ra­re la crisi eco­no­mi­ca uti­liz­zan­do gli stes­si stru­men­ti che hanno cau­sa­to l’at­tua­le crisi glo­ba­le.

Dopo 7 anni di crisi sono fon­da­ti i dubbi sulla ca­pa­ci­tà di riu­sci­ta di que­ste ri­cet­te fi­nan­zia­rie, anche se a “tran­quil­liz­za­re” i cit­ta­di­ni eu­ro­pei ci pen­sa­no gli esper­ti e le isti­tu­zio­ni: «Il dato è ri­te­nu­to rea­li­sti­co dai di­ri­gen­ti Ue, che ci­ta­no un mol­ti­pli­ca­to­re di 18 per pre­ce­den­ti au­men­ti di ca­pi­ta­le della Bei».

Gianni Di Noia

2012

2013

2014

2011

2010

Società

 

Posizionare il vostro device vicino all'immagine e avviare il vostro software QR-CODE che leggerà le informazioni contenute.