Questo sito usa i cookie.  I cookiee sono una diavoleria informatica che serve per migliorare il sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai su Privacy.
Se hai letto e accetti i cookies di questo sito clicca su Accetto

Economia

5 Euro per la Germania

Da oggi in Germania è in circolazione una nuova moneta da 5 Euro. Il suo nome è "Blue Planet Earth", pesa 9 grammi con 27,25 millimetri di diametro. Dopo una prima fornitura di 500.000 pezzi destinati ai collezionisti (al prezzo di 15,50 €), la Deutsche Bundesbank ne metterà in circolazione 2.500.000 con la vendita limitata a una sola moneta al giorno. La moneta ha validità solo sul territorio tedesco.
Presentata da alcuni organi di stampa come notizia poco più che folcloristica, segnalando principalmente il fatto che i collezionisti siano stati disposti a pagare un prezzo tre volte superiore al suo valore di facciata, la notizia ha una rilevanza economica molto importante.
L’esperienza storica dimostra infatti che le monete siano psicologicamente più facilmente spendibili rispetto alle banconote, ed il fatto stesso che siano spendibili solo sul territorio tedesco è di fatto un cambio di rotta radicale ed autonomo rispetto ai concetti di libera circolazione dei capitali ed alle politiche di stimolo monetario messe in atto dalla Banca Centrale Europea. L’importo limitato non deve trarre in inganno, se l’esperimento dovesse dare risultati positivi, un eventuale ampliamento delle emissioni avrebbe conseguenze che potrebbero segnare pesantemente il futuro dell’Unione Europea, già pesantemente sotto pressione per il problema emigranti.
La spendibilità limitata al territorio tedesco si inserisce prepotentemente nel dibattito economico sull’efficacia delle politiche di stimolo monetario nella globalizzazione mondiale. L’idea che la globalizzazione possa risolvere i problemi delle popolazioni mondiali in questi ultimi anni sta dimostrando tutti i suoi limiti e questa mossa tedesca potrebbe cambiare significativamente la storia economica del mondo.
Già una volta i tedeschi seppero uscire dalla disastrosa iperinflazione provocata dalle assurde imposizioni della comunità internazionale per le riparazioni di guerra dopo il primo conflitto mondiale. Allora fu merito del banchiere centrale Hjalmar Schacht, che introdusse gli Effetti MeFo, cambiali garantite dallo Stato che gli imprenditori si scambiavano tra di loro, favorendo la circolazione nel solo territorio tedesco, mossa che azzerò l’inflazione e favorì la rapidissima ripresa economica.
Ma si potrebbe riflettere anche sul fatto che queste monete siano “acquistabili”, “moneta merce” contro “moneta virtuale”, mentre in tutto il mondo si discute dell’abolizione del contante.
Insomma i tedeschi dimostrano ancora una volta la loro autonomia, indipendenza e capacità decisionale. Desiderio di predominio nel mondo o difesa del proprio popolo dalle ideologie liberiste contro la persona? Questa comunque la si voglia vedere è solo la prima puntata di una storia assolutamente da seguire.

Gianni Di Noia